Foto Lab Pro

Questo è il Portfolio di Alessandro Vitale
Vuoi lavorare con me? Mandami una mail!

Il fotografoContattami

Alessandro Vitale Fotografo – non convenzionale

La fotografia non convenzionale

Il fotografo “non-convenzionale” potrebbe essere identificato anche come un fotografo che non ha pretese di compiutezza o perfezione tecnica, pur rispettando i fondamentali di una bella fotografia.

La perfezione di una fotografia è la poesia di un momento, di un ricordo, di un sorriso che deve essere proiettato nel futuro. Una espressione di un familiare, il sorriso di un bambino, di un figlio, una fotografia di frodo, ma emozionale.

Quando quella immagine, quel momento fotografico genera queste emozioni, possiamo parlare di fotografia non di posa ma d’arte e poesia del tempo.

Io la fotografia, la vedo così.

Una forma d’arte del tempo

In arte abbiamo vissuto periodi importantissimi come la pittura Metafisica, il Cubismo, l’Impressinismo, Futurismo. Tanto contestati nelle loro scelte artistiche, i pittori cominciarono a spaziare nel loro tempo con visioni diverse dal convenzionale.

L’interpretazione in senso artistico e personale della scena, dell’evento del tempo che il fotografo va a fermare in una fotografia.

Esprimere un punto di vista, sperimentare anche con errori “voluti” di movimenti, fotografie che il fotografo “vive” in quel momento. Il mosso creativo, il panning, l’effetto bokeh all’uso di ottiche spinte su tempi lenti.

Fotografo Matrimonio Bologna
/da

Fotografo Matrimonio Bologna: un fotografo non convenzionale

Fotografie in posa? C'è un limite che ogni fotografo dovrebbe rispettare; la foto di gruppo e di posa è proprio necessaria a un matrimonio? Ore ed ore a guardare album di foto "segnaletiche" con "improbabili" espressioni naturali con luci degne di Bollywood e tutti sempre sorridenti; una noia!