Bocche di Cattaro, baia di Kotor

Bocche di Cattaro in un viaggio via mare; in crociera!

Su una nave a circa 45 metri d’altezza alle 5 del mattino… la baia di Kotor offre un suggestivo scenario fiabesco.

Non sembra nemmeno di essere su una nave e non sembra essere mare. Tutto è un surreale scenario che lascia libera la fantasia di vagare alla nascita di una nuova giornata in un’alba che porta con se i colori, contrasti e riflessi di una baia ancora addormentata.

Le attività marittime cominciano a muoversi, le città cominciano ad avere quel movimento di veicoli, da uno dei tanti porticcioli, una piccola imbarcazione, tutti fanno parte di uno scenario incantato.

Tra ombre e luci di un maestoso e tanto verde paesaggio che si affaccia in questo “specchio d’acqua” del mare.

Fiordi, anfratti, porticcioli

Come i fiordi norvegesi, è un paesaggio davvero molto suggestivo, anche a terra le città sembrano essere tutte molto curate e molto fanno le attività turistiche derivanti dal flusso delle grandi navi da crociera.

Imponente è la vegetazione che arriva rigogliosa e quasi minacciosa fino a mare, interessante il Montenegro, sicuramente da tornarci per ammirarne paesaggio, flora e fauna che sicuramente non deluderanno il fotografo più esigente.

Gli scenari variano dalla vista mare come in un lago, alle piccole insenature, ai porticcioli turistici e quelli di trasporto pubblico con tanti mezzi specifici che si muovono tra una città e l’altra.

Impressionante è questo anfiteatro tra montagne, mare e vegetazione. I colori che vanno dal verde al colore cittadino per un chiaro delle montagne ed al verde della vegetazione in contrasto con il Blu del cielo.